Le Antichità della Sicilia esposte ed illustrate per Domenico Lo Faso Pietrasanta duca di Serradifalco. Volume III, Tipografia e Legatoria Roberti, Palermo 1836

Comechè la storia ricordi la famosa città di Agragas dai Romani appellata Agrigentum, qual una delle più ricche e più popolose, che negli andati tempi fiorissero nella Sicilia; pure l’origine di lei, siccome delle antichissime città di sovente si osserva, trovasi avvolta nelle tenebre de’ secoli. [continua]

Bertozzi & Casoni. Terra!, Marca, Catanzaro, sino al 20 novembre 2019

Ancor più chiara si fa, in quest’ultima mostra di Bertozzi & Casoni, la meditazione sulla durata, e sul rapporto con quelle che Georges Perec nel 1965 aveva reso protagoniste come Les Choses. [continua]

La Firenze di Giovanni e Telemaco Signorini, Palazzo Antinori, Firenze, sino al 10 novembre 2019

È una parte essenziale della mostra lo stesso palazzo Antinori, cui posero mano Giuliano da Maiano e Baccio d’Agnolo, a dire d’un panorama visivo fiorentino che entra in gioco a più livelli. [continua]

MASKE In der Kunst der Gegenwart, Aargauer Kunsthaus, sino al 5 gennaio 2020

La filigrana originaria della maschera, che è il doppio e l’altro, disguise e amplificazione identitaria, nell’arte post-dadaista si fa molto altro, in cui il retaggio sacro e antropologico si diluisce e riverbera in modi plurimi. [continua]

I fantasmagorici tramonti di L.A., in “Il Giornale dell’Arte”, 398, Torino, giugno 2019

Dunque la cosa notevole, quella che colpisce la mia fantasia, è che pare che Michael Govan, direttore del LACMA di Los Angeles, ce l’abbia fatta a mettere insieme i 650 milioni di dollari che servono per edificare la nuova sede del museo. [continua]

Ugo Nespolo. Fuori dal coro, Palazzo Reale, Milano, sino al 15 settembre 2019

Fuori dal coro significa anche, nella vicenda di Nespolo, esser stato uno degli snodi cruciali della neoavanguardia ma preoccupandosene il giusto, senza farne vessillo, e in seguito vivere una dimensione estranea allo chic con altrettanta souplesse: [continua]

Carlo Carrà, L’arte decorativa, Milano 1923

[…] Oggi la scultura è capace di tutto. Dalle figure colossali passa ai portafiammiferi, ai motivi da oreficeria. Del resto non bisogna credere che queste siano le sue peggiori degradazioni. [continua]

Description of the Collection of Ancient Marbles in the British Museum, with Engravings. Part XI, London, Woodfall and Kinder, & Longman and Co., 1861. Disegni di Henry Corbould

Plate XXXIV. Statue of Venus. A statue of Venus, naked, and larger than the size of life; similar in most respects to that usually called the Venus of the Capitol, various repetitions of which exist in the different collections of Europe. [continua]

Paris Romantique, Petit Palais e musée de la Vie romantique, Paris, sino al 15 settembre 2019

L’impresa di una grande mostra fatica a equilibrare un’epoca in se stessa enorme, in cui aspetti che di solito sarebbero contesto – vita civile, gusto, letteratura, musica, teatro – qui sono parte essenziale del testo stesso. [continua]

Sublime. Luce e paesaggio intorno a Giovanni Segantini, MASI, Lugano, sino al 10 novembre 2019

Il Trittico della natura di Segantini, frutto straordinario del progetto geniale e incompiuto del padiglione engadinese all’Expo del 1900, viene esposto a Lugano in un percorso che conduce da Turner a This Brunner, [continua]

Homer nach Antiken gezeichnet von Johann Heinrich Wilhelm Tischbein. Mit Erläuterungen von Christian Gottlob Heyne, Göttingen, Heinrich Dieterich, 1801 [continua]

Giuseppe Uncini, MACTE, Termoli, sino al 12 gennaio 2020

Il longevo premio Termoli, attivo dal 1955, celebra anche la sua storia con questa personale di Uncini, maestro della scultura al tempo delle neoavanguardie degli anni Sessanta. [continua]