Alla faccia! Palme e banani

Dice: ma le palme c’erano già nell’‘800, in piazza Duomo a Milano. Cioè, una vaccata fatta una volta diventa storica, e si può replicare quanto si vuole. E mo’ arrivano pure i banani, con vivace sprezzo del comune senso del ridicolo.

Non è questione di appropriatezza botanica – a Milano, poi, di autoctono non ci son più neanche gli abitanti, e va bene così – ma di quella roba complicata che è avere una contezza seppur vaga che l’arredo urbano non è fare tutto quel cazzo che ti passa per la testa.

Kitsch per kitsch, allora ci potevano mettere le araucarie, le piante del piffero più diffuse qualche decennio fa nelle ville e villette gaddiane di Brianza e Varesotto: soppiantate, le poverette, nelle ville e villette più pirla di oggi dagli ulivi secolari deportati dal sud, che qui fa tanto fico.