Columna Theodosiana, quam vulgo “historiatam” vocant,

Columna Theodosiana, quam vulgo “historiatam” vocant, ab Arcadio imperatore Constantinopoli erecta in honorem imperatoris Theodosii junioris / a Gentile Bellino delineata / nunc primum aere sculpta et in XVIII. tabulas distributa.

Edita probabilmente a Venezia circa nel 1765, è una versione ulteriore e differente della Description de la belle et grande colonne historiée dressée à l’honneur de l’Empereur Théodose, dessinée par Gentile Bellin edita a Parigi da Guillaume Vallet nel 1702 per le cure di Claude-François Menestrier con tavole di Jérôme Vallet, in cui per la prima volta si fa, con entusiasmo più che con pertinenza, il nome di Gentile Bellini come autore dei disegni all’origine di queste serie grafiche.

Eugène Müntz, La colonne  Theodosienne à Constantinople, in “Revue des études grecques”, 1, 1888, ricostruisce la vicenda delle diverse versioni disegnate della colonna, eretta da Teodosio nel 386 d.C. e distrutta da Beyazit II all’inizio XVI secolo.

Columna Theodosiana, tav. I

Columna Theodosiana, tav. I

Columna Theodosiana, tav. II

Columna Theodosiana, tav. II

Columna Theodosiana, tav. VII

Columna Theodosiana, tav. VII

Columna Theodosiana, tav. IX

Columna Theodosiana, tav. IX

Columna Theodosiana, tav. XIII

Columna Theodosiana, tav. XIII