Breve storia della “Merda d’artista”, Skira 2014

Una reliquia, per farsi oggetto di culto, non è affatto importante che sia vera. Conta la convinzione del suo potere miracoloso:

Breve storia della "Merda d'artista", 2014

Breve storia della “Merda d’artista”, 2014

un’opera d’arte, per dire con Werner Muensterberger, “provenga essa da un ritrovamento, da un dono, da un acquisto o addirittura da un furto, porta in sé il marchio d’una promessa e di una compensazione magica”.

L’opera di Manzoni continua a interessarci, intrigarci, irritarci, perché si regge su un’ambiguità insanabile, tra mistico e corporeo, tra alto e basso, tra vitalità e morte. Tra oro e merda.